mercoledì 25 maggio 2011

A Pordenone l'Immaginario Scientifico premia i più giovani


Venerdì 27 maggio, nella sede di Pordenone, l'Immaginario Scientifico premia gli studenti che nell'ambito del concorso “Scienze in fiore”, hanno elaborato lavori e ricerche dedicati a temi tecno-scientifici e naturalistico-ambientali.

Un momento ufficiale, importante, meritato e significativo per gli oltre 150 studenti di ogni ordine e grado vincitori del concorso Scienze in fiore: venerdì 27 maggio verranno premiati dall'Immaginario Scientifico per il loro impegno con la scienza, dimostrato con ricerche e lavori elaborati nel corso dell'anno scolastico.

L'evento prenderà il via alle 10.00, nel dinamico contesto di PN Box Studios a Torre di Pordenone, e vedrà il presidente e il direttore dell'Immaginario Scientifico premiare i vincitori per le diverse categorie previste dal concorso.

A seguire, tutti i partecipanti effettueranno una visita al nuovo Immaginario Scientifico di Torre, dove avranno occasione di confrontarsi con le stimolanti e divertenti postazioni interattive e con le spettacolari immagini delle multivisioni, e dove vedranno esposti i propri lavori.

Giunto alla sua sesta edizione, al concorso organizzato dall'Immaginario Scientifico hanno partecipato numerose scuole, presentando lavori che dimostrano passione per la scienza e la natura, impegno e accuratezza nella ricerca di materiali e dei supporti per esporre il proprio lavoro, dedizione nell'elaborazione del lavoro e curiosità per l'apprendimento delle materie scientifiche.

Dai bambini delle scuole dell'infanzia e delle primarie, ai ragazzi delle scuole secondarie, i vincitori del concorso hanno realizzato lavori che affrontano le tematiche scientifiche e naturalistico-ambientali da diversi punti di vista: dai fossili alla geometria descrittiva, dall'ambiente alla chimica, dallo studio sulle piante autoctone alla produzione di energia pulita, all'utilizzo della luce di sincrotrone per combattere il tumore alla mammella.

premiati dell'edizione 2011 sono:
  • Categoria scuole dell'infanzia: scuola “C. Furlani” di Gorizia per il lavoro Le magie dell'orto;
  • Categoria scuole primarie: classi 5A e 5B della scuola “E. Toti” di Monfalcone (GO), per l'elaborato Matematica del cavolo. Dalle ammoniti alle galassie;
  • Categoria scuole secondarie di I grado: premio ex aequo alla classe 2B dell'Istituto “D. Alighieri” di Staranzano (GO), per il lavoro I fossili e la 2B presentano... la storia della vita sulla Terra, e alla 3G della scuola “G. Caprin” di Trieste, per il lavoro Sperimentiamo la fisica e la chimica;
  • Categoria “Altri gruppi”:Centro Medico-psico-pedagogico di S. Maria dei Colli di Fraelacco di Tricesimo (UD), per il lavoro Fraelà, fra noi e la scienza;
  • Categoria “Singoli”: Luca Cescutti, della classe 4D del Liceo Scientifico “G. Magrini” di Gemona del Friuli (UD), con l'Erbario del troi di Meni;
  • Menzioni speciali: classe terza della Scuola primaria “G. Marconi” di Lestans (PN) per Il bosc di Gjovanin e classi 3A e 3C del Liceo Ginnasio “F. Petrarca” di Trieste per Prevenire e combattere il tumore della mammella con la luce di sincrotrone.

Gli elaborati di tutti coloro che hanno partecipato sono già pubblicati e liberamente consultabili nella sezione ricerche del sito www.scienzeinfiore.it.



Nessun commento: