domenica 27 febbraio 2011

Farsi trovare da un motore di ricerca: aziende più competitive, con Google


La scelta delle parole chiave giuste per far individuare il sito web è determinante

Vi siete mai chiesti come mai il sito web della vostra attività non compare sulla prima pagina di Google per alcune parole chiave attinenti alla vostra professione? Le parole chiave, se vi fossero dubbi, sono i termini usati dai vostri potenziali clienti per cercare informazioni su Google, il motore di ricerca utilizzato da oltre il 95% dei navigatori.

Capire quali sono le parole chiave con le quali il vostro sito web può essere ritrovato tra centinaia di vostri concorrenti per mezzo di una ricerca su un motore è dunque diventata un’operazione molto importante e strategica. Le parole chiave da scegliere devono essere quelle che il vostro target o tipologia di cliente utilizza per ricercare il vostro prodotto o servizio. Innanzitutto, va analizzato il vostro mercato di riferimento o quello al quale volete orientarvi.

Per prima cosa individuate le specificità della vostra azienda e dei prodotti o servizi che offrite. Definite gli obiettivi del posizionamento e soprattutto il target al quale volete rivolgervi. Le parole da scegliere non devono essere troppo generiche, ma devono rispecchiare e descrivere le caratteristiche del prodotto offerto e l’intero gruppo di sinonimi di cui questo prodotto fa parte.

Un termine di ricerca troppo generico porta visitatori generici. Inoltre, i dati statistici degli utenti di Google rivelano che la maggior parte dei termini utilizzati per le ricerche sono frasi composte da più parole. Se il nostro navigatore, infatti, sta cercando un produttore di cioccolato in Piemonte probabilmente non si limiterà a scrivere “cioccolato” sul motore di ricerca, ma cercherà di scrivere termini quali “fabbrica di cioccolato in Piemonte”, “lavorazione del cioccolato”, “cioccolato per intolleranti al latte” e così via. Inoltre, il professionista che svolge la sua attività in una città ma ha necessità di farsi conoscere sul territorio italiano o estero, avrà la necessità di ottimizzare la propria visibilità su combinazioni create appositamente.

La scelta delle keyword, quindi, non dovrà mai cadere su termini singoli come ad esempio “cioccolato” che si dimostreranno troppo generici e dispersivi. A questo punto è indispensabile sottolineare l’importanza delle cosiddette “landing page”, ovvero le pagine di “atterraggio”, sulle quali arrivano gli utenti provenienti dai motori di ricerca. Ricordiamoci sempre che il navigatore Internet ha poco tempo per effettuare le ricerche, quindi se non trova subito quello che cerca sarà tentato di cambiare sito. E’ per questo che la landing page dovrà essere scelta con cura, in modo che le aspettative di chi effettua la ricerca non siano deluse. Google mette anche a disposizione un servizio per trovare le parole chiave più adatte, suggerendo un elenco mirato sulla base dell’esperienza del motore di ricerca. Cercate semplicemente su Google.it la frase “strumento per le parole chiave”. Questo strumento permette di trovare (a partire da alcune parole chiave di partenza) tutti i sinonimi utilizzati dagli utenti e il loro numero di volte di ricerca. Si scoprirà così che la parola “cioccolato” viene soprattutto ricercata attraverso il termine “ricette”, seguito da torte, dolci e solo al quarto posto dalla parola “cioccolato”. Pubblicare le ricette al cioccolato sul sito web aziendale diventa così strategico.

Nessun commento: