sabato 16 ottobre 2010

TWITTER PUO' PREDIRE IL COMPORTAMENTO DEL MERCATO AZIONARIO?


Sappiamo dalla Economia comportamentale che le emozioni possono influenzare profondamente i comportamenti individuali e il processo decisionale.

Tre ricercatori dell'Indiana University e della Manchester University si sono chiesti se questo valga solo per i comportanti dei singoli o anche per quelli di gruppi estesi di individui che usano i social network per comunicare.

Possono questi gruppi sperimentare stati d'animo che riguardano il processo decisionale collettivo? Possono questi dati essere utilizzati come indicatori economici? L'umore collettivo come i feed dei micromessaggi di Twitter sono correlati al valore del Dow Jones Industrial Average (DJIA) nel tempo?

In un articolo recentemente pubblicato su Arxive vengono mostrati i dati di una ricerca che permettono di ottenere una precisione del 87,6% nelle previsioni sui valori di chiusura del DJIA e una riduzione dell'errore assoluto medio di percentuale (MAPE) del 6%.

In conclusione la ricerca ha mostrato come sia possibile, utilizzando social network come Twitter, seguire comportamenti collettivi come gli umori degli investitori e prevedere con un certo anticipo l'andamento del mercato azionario, aprendo di fatto nuovi spiragli di studio sui fenomeni emergenti della Rete.



Claudio Pasqua


Nel seguente video, rappresentazione spaziale dei messaggi istantanei scambiati su Internet nel mondo nel corso delle 24 ore.


1 commento:

Luciano ha detto...

Ho letto questo interessante articolo e volevo chiedere all'autore quali sono (se ci sono) gli strumenti per analizzare i passaparola su canali social come twitter.

Complimenti, seguo questo blog sempre con molto interesse.