sabato 9 ottobre 2010

PRIMI SU GOOGLE - REGOLA 3 e 4

Dopo avere presentato le prime due importanti regole da "rispettare" per essere sicuri di avere qualche chance per essere posizionati al meglio su Google, il motore di ricerca utilizzato da oltre il 90% degli italiani, vediamo come poter fare per ottenere ulteriori possibilità di posizionare il nostro sito web in prima pagina sul potente motore.

Premettiamo che Google adotta delle euristiche, ovvero degli algoritmi che abbreviano l'analisi dei miliardi di pagine esistenti sul web, per fornire in tempo reale lo stato della rete e delle relazioni tra i nodi principali, cioò quelle pagine ad alto valore che vengono premiate con una maggiore visibilità.

Google, nella sua analisi giornaliera, tiene conto di oltre un centinaio di fattori, i primi dei quali sono

  • TITOLO DELLA PAGINA
  • COERENZA DEI CONTENUTI
  • LINK ENTRANTI (REFERRALS)
  • LINK USCENTI (OUTBOUND)
  • COERENZA DEI LINK ENTRANTI E USCENTI CON I CONTENUTI DELLA PAGINA
ecc.

Ognuno di questi aspetti lo affronteremo nei post successivi.

Potete però comprendere come l'aspetto dei contenuti di una pagina o di un intero sito web sia importantissimo per l'assegnazione di un alto punteggio di qualità.

Ecco le regole 3 e 4

Avete presente quando qualcuno vi chiede se volete effettuare uno scambio link con il suo portale? essendo permesso lo scambio di link entranti o uscenti deve avere una coerenza con i contenuti del sito collegato, altrimenti verrà interpretato da Google come SPAM.
Un consiglio: se qualcuno vi chiede uno scambio link visionate la sua attività su web. Se la sua attività non è coerente con la vostra (es. casinò online, vendita suonerie ecc) diffidate. Rischiereste di essere inseriti nella black list di Google e addirittura di essere esclusi dalle SERP di Google.




REGOLA 4 - PREPARARE I CONTENUTI METTENDOSI NEI PANNI DEL LETTORE.
La qualità dei contenuti è importante. Il lettore deve avere un vantaggio nel consultare iil nostro sito web. Maggiore è l'utilità dei tuoi contenuti, maggiori saranno le probabilità che un altro utente li ritenga validi per i propri lettori e inserisca un link ad essi. Prima di prendere una decisione, dovresti chiederti se tutto questo sia vantaggioso per i visitatori delle tue pagine. Se i contenuti sono coerenti, i link uscenti sono un supporto per approfondire argomenti o parole chiave, se il sito è strutturato in maniera coerente con i contenuti, il vantaggio si tradurrà in un fattore qualità più elevato.

In conclusione è Google stessa a suggerire che...

Il numero di link che puntano al tuo sito non è il solo criterio da prendere in considerazione; la qualità e la pertinenza di tali link sono fattori altrettanto importanti. Vale la pena creare contenuti attraenti: è bene che i link siano in genere "voti qualitativi" editoriali assegnati per scelta e, come vedremo nei prossimi articoli, la fervente comunità dei blogger può rivelarsi ottima per generare interesse presso gli utenti del Web.



TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE


L'ARTICOLO IN PRIMA PAGINA SU GOOGLE

L'articolo è stato indicizzato dall'AUTORE con tecniche SEO sulla PRIMA PAGINA DI GOOGLE per le seguenti parole chiave:


Nessun commento: