lunedì 20 settembre 2010

Conferenza sulla "gestione degli ecosistemi digitali emergenti", Bangkok, Thailandia

Dal 26 al 29 ottobre 2010 si terrà a Bangkok (Thailandia) una conferenza sulla "gestione degli ecosistemi digitali emergenti".

La rapida crescita e l'uso esponenziale dei media digitali ha portato alla comparsa degli ambienti virtuali. Chiamati "ecosistemi digitali", essi sono composti da molte entità indipendenti, quali singoli individui, organizzazioni, servizi, software e applicazioni che condividono uno o più obiettivi, e si concentrano sulle interazioni e sulle relazioni tra di loro.

Gli ecosistemi digitali si organizzano da soli, appoggiandosi a risorse che sono principalmente costituite da gestione dati, servizi innovativi, intelligenza computazionale e piattaforme auto-organizzate.

A causa della natura multidisciplinare degli ecosistemi digitali e delle loro caratteristiche, essi risultano molto difficili da studiare e da progettare. Questo porta anche a una scarsa comprensione su come la gestione delle risorse potrà permettere agli ecosistemi digitali di essere innovativi e di creare valore.

L'impiego di tecnologie informatiche può consentire la comprensione del modo in cui le entità richiedono risorse e in definitiva interagiscono per creare benefici e valore aggiunto, influenzando le prassi commerciali e la conoscenza. Queste tecnologie possono essere migliorate grazie a nuove tecniche, modelli e metodologie per settori come la gestione dati, le tecnologie web, le reti di calcolatori, la sicurezza, le interazioni uomo-computer, l'intelligenza artificiale, i servizi elettronici e i sistemi auto-organizzati per supportare la creazione di ecosistemi digitali e gestire le loro risorse.

Lo scopo di questo evento è quello di sviluppare e riunire una comunità proveniente dal mondo accademico, dai laboratori di ricerca e dalle industrie, interessata a esplorare le molteplici sfide e questioni legate alla gestione delle risorse degli ecosistemi digitali e il modo in cui gli attuali approcci e tecnologie possono essere sviluppati e adattati.

Per ulteriori informazioni: http://sigappfr.acm.org



.

Nessun commento: